3 insegnamenti da imparare dalle Startup

3 insegnamenti da imparare dalle Startup - Nozio Business

10 Mag 3 insegnamenti da imparare dalle Startup

La necessità delle strutture ricettive di adottare soluzioni tecnologiche e strategiche volte ad aumentare il revenue attraverso il canale diretto è dettata dalla strapotere delle OTA (Online Travel Agency) nel mercato dell’online distribution.
Per tale ragione è necessario avere nuovi spunti per pianificare strategie innovative e dinamiche.

Oggi proponiamo alcuni insegnamenti tratti dall’approccio al business delle startup da cui l’industria dell’Hospitality può prendere spunto per ottimizzare i risultati.

1. Sperimentare e prendere qualche rischio

L’industria dell’Hospitality molto spesso è reticente quando si parla di adottare soluzioni innovative e mai sperimentate. In generale, sembra che le strutture alberghiere rifiutino tassativamente di assumersi dei rischi, seppur minimi o gestibili con una pianificazione opportuna.

Le compagnie aeree sono sempre state un passo avanti in questo senso; hanno mostrato agli hotel come integrare GDS e booking engine nel proprio piano di distribuzione o Facebook e Instagram nel piano di comunicazione.

Riusciresti oggi a generare lo stesso livello di prenotazioni dirette o di engagement senza il tuo booking engine o la tua pagina Facebook?

Nella nostra esperienza decennale come consulenti in strategie e soluzioni digitali per le imprese ricettive riscontriamo che gli albergatori abbandonano troppo velocemente una strategia, se questa non dà risultati immediati e tangibili, invece di adattarsi, analizzare, credere nell’investimento e rispondere al problema con soluzioni alternative e con dei rischi pianificati.

2. Capire che la mancanza di successo non è un fallimento

Il solo fallimento di un progetto non deve essere un motivo per rinunciare all’intero piano. Molti manager e imprenditori di successo hanno collezionato diverse sconfitte nella loro carriera.

Si dice che “Roma non è stata costruita in un giorno”, allo stesso modo, passo dopo passo, una strategia a medio/lungo termine ti permetterà di costruire una solida base per gestire eventuali criticità di domani.

Anche Steve Jobs, il famoso creatore della Apple, faticò non poco a trovare investitori interessati alle prime versioni del suo primo computer, l’Apple I. Nel 1985 fu perfino costretto a fare le valigie e lasciare l’azienda che egli stesso avevo fondato. Proprio lui, che quella realtà l’aveva creata in garage e resa una compagnia da 2 miliardi di dollari, era considerato improduttivo!

3. Smettere di focalizzarsi troppo su un ROI immediato

Morris Sim, CEO e Co-Founder di Circos Brand Karma, e Fritz Demopoulos, CEO di Queen’s Road Capital, affermano che per valutare la riuscita o meno di un processo di innovazione tecnologica il ROI (Return On Investment) non è l’unico indicatore.

Un investimento deve essere giudicato anche sulla base delle conoscenze e dell’esperienza che lascia negli imprenditori: l’insuccesso di oggi è il successo di domani.

Il business di un hotel oggi necessita forzatamente di abbracciare la tecnologia, non fine a se stessa, ma quella che permette di apportare benefici e valore, di aiutare nei processi quotidiani di gestione, di automatizzare le attività e migliorare le performance.

Conclusioni

Ormai gli hotel indipendenti e le catene alberghiere hanno la possibilità di usufruire di strumenti che fino a ieri erano destinati solo a grandi aziende con grandi potenzialità di investimenti: booking engine, channel manager, PMS (Property Management System), campagne di visibilità multicanale, Siti web CMS (Content Management System) facilmente gestibili con un minimo di competenze.

Gli strumenti per intraprendere il processo di disintermediazione, intesa come riduzione del filo che collega aziende e consumatori, sono alla portata di ogni hotel manager; quelli più propensi all’innovazione ne sapranno approfittare, così come le startup si adattano e creano il proprio business model in funzione del mercato.

Il mondo, da sempre assai complicato, si è fatto più veloce e complesso, ma è diventato anche più aperto e accessibile. Non esiste una formula segreta per avere successo né un antidoto per evitare l’insuccesso, ma ci sono dei concetti chiave come scalabilità, agilità, innovazione e strategia che possono guidarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Hai una strategia di hotel marketing a medio termine per gestire e massimizzare i ricavi generati dal tuo Hotel?