Content marketing: 5 semplici passi per una strategia coerente

content marketing nozio

25 Apr Content marketing: 5 semplici passi per una strategia coerente

Il settore turistico è estremamente competitivo sia per gli Hotel individuali che per i grandi gruppi; mantenere un vantaggio competitivo rispetto ai propri concorrenti è essenziale per la sopravvivenza.

Il content marketing, se ben utilizzato, può essere una risorsa assai preziosa per la tua struttura turistica.
Per chi non lo sapesse, il content marketing è quel processo volto alla creazione di un contenuto (dall’immagine al video) che risulti interessante al tuo target di riferimento. L’obiettivo è quello di attirare l’attenzione, la mente e il portafogli del tuo potenziale cliente.

I vantaggi di questa strategia sono: la possibilità di attirare a costo molto basso potenziali clienti, l’aumento di visibilità della tua struttura nel web e, non da meno, la creazione di una solida reputazione.

Oggi andremo a vedere come realizzare un processo di creazione di contenuto che sia coerente con i tuoi obiettivi. La spiegazione sarà suddivisa in vari step in modo da renderti più facile capire l’intero processo.

È una questione di costanza

“Cosa è più importante nel content marketing, quantità o qualità?”

Puoi pubblicare 10 articoli in quindici giorni, ma la quantità non significa niente se non c’è costanza nel tuo lavoro. La cosa più importante è veicolare il miglior contenuto che sia coerente con la tua strategia e con i tuoi obiettivi, rispettando le scadenze. Il tuo pubblico sa quello che vuole ed esige una qualità nel contenuto. Una qualità che richiede costanza per essere raggiunta.

Molte organizzazioni falliscono da questo punto di vista. Producono contenuti finché il loro entusiasmo non passa.  Ecco perché il 70% dei contenuti B2B, secondo SiriusDecision (compagnia americana di marketing intelligence), non viene letto.

Il processo di creazione contenuti richiede una lotta continua contro la frustrazione per completare gli articoli in tempo.

Scriviti la formula

Le organizzazioni non pubblicano contenuti in maniera costante perché lo sforzo è intenso: trovare idee, trovare un autore, creare il contenuto, ottenere l’approvazione, revisionare i risultati. È necessario adottare un processo di creazione contenuti che sia solido e ripetibile.

content-marketing-process-

Processi ripetibili salvano tempo e proteggono dalla frustrazione. Forniscono responsabilità in tutta la tua organizzazione. Possono essere una svolta alla tua strategia di marketing.

Per dirlo semplicemente, il processo di creazione contenuti è un elenco con tutti i passi necessari per la realizzazione del contenuto desiderato. Mostra quali sono i compiti e chi deve svolgerli, le scadenze, la procedura d’approvazione dell’articolo, il processo distributivo e il programma editoriale. Un processo, per essere ripetibile, ha bisogno di essere rigido a sufficienza per contenere i requisiti per raggiungere gli obiettivi, ma flessibile abbastanza per lavorare tra una grande varietà di argomenti e tipologia di contenuti.

Ecco alcuni degli step più comuni che si trovano nei processi di creazione di contenuto:

  • identificare l’argomento o il tema del contenuto
  • identificare il target e la fase di vendita
  • assegnare un autore o un project manager
  • assegnare un editore
  • identificare quali sono i canali distributivi
  • definire quali sono i processi d’approvazione del dipartimento legale e comunicazione
  • definire quali sono le risorse
  • ottimizzare il contenuto in ottica SEO e social network
  • determinare quali sono le scadenze per la bozza, l’approvazione e la pubblicazione del contenuto
  • promozione del contenuto

Renderlo ripetibile

Sicuramente, puoi creare un processo di lavoro per un progetto individuale o per una campagna. Ma per renderlo ripetibile, ci sono diversi passi che devi compiere.

1) Raggruppa il tuo team

Il processo di creazione del contenuto non è una semplice gestione dei compiti, ma di persone. Devi capire chi è coinvolto nella realizzazione della tua content strategy.
Radunare il tuo team interno è fondamentale. Queste sono le persone che realizzeranno il tuo contenuto, lo distribuiranno, lo ottimizzeranno e lo analizzeranno.

Scrivi quali sono i colleghi con i loro relativi ruoli che devono partecipare affinché il processo possa essere avviato. Poi, considera l’idea di creare un team editoriale.

Un team editoriale è una sorta di piccola redazione con membri del team commerciale, marketing e supporto clienti. Grazie alla sua composizione variegata, questa squadra può aiutarti ad avere una visione più vasta dei bisogni della compagnia e del tuo pubblico di riferimento.

Anche se non formi un team editoriale, devi essere certo di svolgere i tuoi compiti. Devi avere una lista degli incarichi e delle persone che controllano l’andamento dei lavori. Devi essere sicuro inoltre che loro siano consapevoli dei propri compiti.

2) Documenta i tuoi punti di distribuzione

Il secondo passo fondamentale consiste nel documentare quali sono i punti di distribuzione dei tuoi contenuti.

I punti di distribuzione sono i canali attraverso i quali i tuoi contenuti vengono pubblicati. Ecco una possibile lista:

  • canali proprietari della struttura (blog e siti ufficiali)
  • profili social network (Facebook, Instagram, Twitter, ecc.)
  • software come CRM (Customer Relationship Management) o gestionali;
  • dipartimenti che interagiscono direttamente con il pubblico (il front desk, il ristorante, ecc…)
3) Allinea processi e persone

Adesso che hai una lista di persone chiave e di punti di distribuzione, devi unire le due cose. Allineare processi e persone è più facile a dirsi che a farsi. Il tuo obiettivo è quello di abbinare i ruoli con le persone più adatte.

Il tuo processo di creazione di contenuti può cambiare quando nuovi elementi vengono introdotti. Nuovi colleghi possono arrivare, i ruoli possono modificarsi o nuovi canali possono essere aggiunti. Il tuo obiettivo è creare un processo che possa adattarsi ai vari cambiamenti del contento. Qualcosa di flessibile che può essere piegato in base ad ogni evenienza.

Devi essere sicuro che le tue persone chiave siano soddisfatte dei ruoli e dei compiti loro assegnati. L’imposizione di un ruolo potrebbe essere vista come una forzatura e rendere meno fluido il tuo processo.

4) Definisci le tue scadenze

Le scadenze sono una necessità e il tuo processo di creazione di contenuti deve includerle. Le scadenze alimentano le responsabilità e ogni membro del team deve essere consapevole di quali siano le sue. Il tempo necessario per completare un compito o ottenere l’approvazione diventerà sempre più chiaro, specialmente se usi strumenti per monitorare i cicli di produzione.

5) Realizza un template visibile

Se passi attraverso tutte le fasi e fallisci nel creare un modello grafico a cui il tuo team può accedere, il tuo lavoro sarà stato vano. Un modello grafico significa rendere consapevoli tutti i tuoi stakeholder dei loro ruoli e di come si intersecano l’un l’altro in questo grande processo.

Conclusioni

Certamente, il processo di creazione dei contenuti cambierà all’evolversi dei tuoi interventi ed è quindi necessario revisionarlo costantemente. Molto più importante, per evitare la frustrazione, è la necessità di definire una strategia per rendere il tuo processo ripetibile. Così facendo, avrai bene in mente quali sono i passi necessari per raggiungere il tuo pubblico, senza spendere inutilmente sia tempo che denaro.

CMS multidevice

Se volessi approfondire di più l’argomento ti consigliamo la lettura del seguente articolo: Content is the king!

 

Immagine in evidenza contiene dei vettori di www.freepik.com