L’eCommerce in Italia e il mercato del turismo

L’eCommerce in Italia e il mercato del turismo - Nozio Business

21 Giu L’eCommerce in Italia e il mercato del turismo

Secondo le previsioni dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm Politecnico di Milano nel 2016 l’eCommerce in Italia varrà 19,3 miliardi di euro. La cifra è raddoppiata rispetto al 2011, in cui gli acquisti online si fermavano a quota 9,3 miliardi.
In rapporto al 2015 l’eCommerce fa segnare un incremento del 17%, pari a oltre 2,7 miliardi di euro.

Sebbene anche il numero dei consumatori digitali sia raddoppiato, passando da 9 milioni nel 2011 a 18,8 milioni nel 2016, le aziende italiane non hanno risposto con prontezza alle evoluzioni dei consumatori, perdendo opportunità di affermazione sul mercato digitale e quote di fatturato.

dinamica della domanda eCommerce B2c 2015 vs 2016

Il mercato del turismo è uno dei settori principali

Rispetto all’intera domanda dell’eCommerce, il mercato del turismo è il primo comparto con il 44% del valore e un fatturato di 8,5 miliardi con una crescita pari all’11% prevista entro fine anno.

Il settore dell’Informatica ed elettronica occupa il secondo posto della classifica con un elevato volume di vendite pari al 14% dell’eCommerce totale, 2,7 miliardi di euro in termini assoluti ed un tasso di crescita del 22%.

Infine, all’ultimo posto del podio si trova il settore dell’Abbigliamento con il 9% del totale eCommerce, un fatturato di 1,8 miliardi di euro ed una crescita stimata del 25%.

distribuzione della domanda eCommerce e il contributo alla crescita per comparto 2015 vs. 2016

La distribuzione della domanda eCommerce e il contributo alla crescita per comparto

 

Le crescite più alte in assoluto vedono in prima linea i settori simbolo del Made in Italy: Food&Grocery registra un incremento del 29% e raggiunge quota 531 milioni di euro, mentre Arredamento & Home living cresce del 39% arrivando a 561 milioni.
Lo studio afferma che questi settori sono da considerare emergenti per la vendita online e presentano i maggiori tassi di crescita.

Ecommerce e consumatori mobile

Gli acquisti via smartphone sono in costante ascesa: i consumatori hanno sempre più fiducia verso lo shopping via mobile.

La crescita prevista per le vendite da mobile è del 51% per un valore superiore ai 2,8 miliardi di euro e rappresentano il 15% dell’eCommerce totale nel 2016, e se prendiamo in considerazione anche gli acquisti via tablet raggiungiamo quota 24%.

Il mercato del Turismo è di nuovo il capofila per gli acquisti mobile relativi ai servizi con il 10% del totale; per i prodotti di consumo troviamo invece Arredamento ed Editoria con il 23% di tasso di penetrazione.

La domanda eCommerce da nuovi device in Italia 2016

Gli utenti si evolvono di pari passo con la tecnologia, gli smartphone sono più performanti e i consumatori cambiano i propri comportamenti a favore del mobile.

Oggi i viaggiatori digitali acquistano un soggiorno in hotel via smartphone mentre aspettano in fila, comodamente sdraiati sul letto oppure mentre attendono di imbarcarsi sul proprio volo.

Leggi questi articoli per approfondire l’argomento “mobile e travel”:

 

Il quadro delle imprese italiane

Per quanto, secondo le previsioni di Osservtori.net, in Italia il commercio elettronico cresce del 17% così da superare quota 19 miliardi di euro e gli eShoppers sono praticamente raddoppiati fino a 19 milioni, le aziende nazionali non intravedono le opportunità da cogliere.
Il report evidenzia come le aziende censite in Italia strutturate per l’ecommerce siano appena 40mila, contro le 800mila europee, di cui 200mila solo in Francia.
In questo modo le aziende italiane non solo perdono quote di mercato sugli acquirenti italiani, ma rischiano di perdere fatturati anche da eShopper esteri”, ammonisce così Roberto Liscia, Presidente di Netcomm; e continua “il mio monito, quindi, oggi dall’eCommerce Forum va alle aziende italiane: che serva a spronarle a essere sempre più presenti online e a capire come il “fare eCommerce” sia davvero vitale per la loro sopravvivenza”.

Conclusioni

La strada è segnata, i consumatori si affideranno sempre di più al web come strumento per i propri acquisti da device fissi e mobile: “Se continua a crescere con questi tassi, l’eCommerce B2c varrà entro 3 anni il 10% del totale degli acquisti retail” afferma Alessandro Perego, Direttore degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano.

È importante, quindi, investire sui propri punti di forza e pianificare una strategia di Hotel Marketing multicanale incentrata sul proprio canale di vendita diretto, dotandosi di soluzioni tecnologiche adeguate al comportamento dei consumatori.

Sito web multidevice e Booking engine responsive sono gli strumenti indispensabili che non devono mancare per valorizzare il canale diretto di vendita dell’Hotel.

 

Image source: Freepik