Facebook, obiettivo turismo nel 2014 [CASE STUDY]

facebook

10 Gen Facebook, obiettivo turismo nel 2014 [CASE STUDY]

Secondo un recente articolo su MarketingWeek, negli ultimi mesi la divisione EMEA del social network più frequentato al mondo ha progressivamente riorganizzato i propri team di vendita per lavorare con gli inserzionisti, reclutando rappresentanti di vendita per il settore viaggi: in particolare Facebook ha incontrato 40 dei suoi clienti e prospect in ambito travel per presentare uno studio in cui il social network appare ben visibile in ciascuna delle cinque tappe di un viaggio: il sogno, la pianificazione, la prenotazione, l’esperienza e la riflessione.

Tra i risultati lo studio evidenzia che oltre la metà (52%) degli utenti ha detto di aver iniziato a sognare una vacanza utilizzando Facebook (perfino ancor prima di prenotare) e che il 95% delle persone utilizza Facebook per le attività connesse ai viaggi ben prima di andare in vacanza.

facebook

Immagine tratta da Pommietravels.com

Andy Pang, leader del Facebook UK measurement solutions group, ha sottolineato che lo studio dovrebbe aiutare le agenzie di viaggi a riconoscere che la rete Social dovrebbe costituire una parte fondamentale della loro spesa pubblicitaria, aggiungendo che per Facebook il settore viaggi sarà un “settore chiave” nel 2014.

Pang ha poi aggiunto che:  “gran parte del travel marketing è focalizzato sull’utilizzo della ricerca come il meccanismo principale, ricadendo soprattutto nelle fasi di acquisto e di pianificazione. Tuttavia bisogna ricordarsi che Facebook è presente in tutte le cinque fasi del viaggio (quindi anche nel sognare la destinazione, nell’esperienza e nella riflessione): l’immagine di una famiglia o di alcuni amici aggiungono ad una destinazione molto più peso di una foto di una spiaggia deserta in una brochure patinata”.

facebook

Immagine tratta da facebook.com/travelplease

Dalla riunione della scorsa settimana e da meeting successivi Facebook incoraggerà le agenzie di viaggi ad utilizzare Custom Audiences, un nuovo strumento personalizzato al fine di collegare ciascun database CRM (Customer Relationship Management) direttamente con i propri dati utente di Facebook, al fine di migliorare la segmentazione di ciascun cliente.

Facebook sta oltretutto lavorando per permettere ai brand di puntare ad un preciso segmento di viaggiatori grazie ad un algoritmo che permetterà di determinare i più probabili consumatori di una determinata nicchia di mercato, consentendogli così di prenotare il prima possibile la loro vacanza ideale e quindi di aumentare le probabilità di interazione con gli advertising.

facebook

Immagine tratta da Cruc.es

Per non arrivare impreparati alla rivoluzione turistica di Facebook, dobbiamo chiederci come presidiare al meglio uno spazio così fondamentale come la rete dei Social Network. Un buon inizio può esserci dato dal nostro precedente articolo sulla gestione della tariffa Facebook Like.

Analizziamo ora alcuni dati concreti: un hotel 4 stelle a Sorrento nostro cliente ha avuto un’incidenza del Social Campaign sul totale del venduto del proprio booking online pari al 23,57%:

facebook
Un altro hotel 3 stelle a Venezia ha avuto invece un’incidenza del Social Campaign sul totale del venduto del proprio booking engine pari al 36,53%.

Come è possibile ottenere questi risultati? La risposta è semplice:
1. hanno integrato il proprio booking engine su Facebook, rendendosi dunque immediatamente disponibili all’utente che, in linea con le fasi sopra descritte, cerca la propria meta ideale;
2. hanno proposto la tariffa Facebook Like per aumentare le proprie prenotazioni dirette;
3. hanno saputo integrare la propria identità dal sito ufficiale alla pagina Facebook, mantenendo una coerenza di fondo allo scopo di raggiungere il viaggiatore e le sue esigenze.

E tu? Hai già cominciato a presidiare Facebook con queste funzionalità innovative e rivoluzionarie?

Vuoi scoprire come utilizzare Facebook ed i social network per aumentare le vendite dirette della tua struttura?

CONTATTACI