#HotelsPeople: Scopri il concept ed i suoi protagonisti. Part #2

03 Giu #HotelsPeople: Scopri il concept ed i suoi protagonisti. Part #2

#HotelsPeople un programma di eventi Live nelle principali città italiane (Milano, Roma, Venezia, Firenze) e di Webinar (eventi Online) attraverso i quali discuteremo alcuni concetti fondamentali legati all’evoluzione dell’Internet Hotel Marketing.
Nei vari eventi avremo la possibilità di incontrare i migliori esperti dell’Online Travel & Hospitality Management e conoscere le loro opinioni in merito a:

HOTELS PEOPLE…real People matter!
&
“The Next Hotel Marketing Standard”

attract-convert-share

Ho intervistato alcuni degli ospiti che parteciperanno agli eventi Hotels People, professionisti in ambito Revenue Management, Social Media Marketing, Web Marketing. Volevo conoscere il loro punto di vista e condividerlo con voi!
Questa intervista è la seconda parte di un articolo pubblicato qualche settimana fa. Per leggere anche la prima parte vai alla pagina:

Parte 1

Gli intervistati di questa seconda parte dell’articolo sono:

marco baldan Marco Baldan, Presidente & CEO @ NOZIO

emanuele nardin 1Emanuele Nardin, Direttore HotelPerformace

alberto-ravennaAlberto Ravenna, Owner Hotel Personal Store

emmanuel noguera Emmanuel Noguera, Country Manager Italy @ Pricematch

diego orzalesi Diego Orzalesi, HootSuite Ambassador

1) Ritieni che ATTRACT > CONVERT > SHARE sia una sintesi efficace dell’evoluzione del Marketing Online e perché?

Marco Baldan, CEO NOZIO: Sì, direi che queste parole sintetizzano in modo chiaro ed efficace le azioni che qualsiasi azienda, non solo alberghiera, deve mettere in atto per rendere profittevoli gli investimenti in digital marketing. Rendono più facilmente comprensibile un mercato sempre più complesso.

Emanuele Nardin, Direttore HotelPerformace: Assolutamente si, è la sintesi del comportamento di acquisto e consumo del cliente 2.0, che potremmo riassumere con le 4C: Cerca, Confronta, Compra, Condivide. Cerca e Confronta equivale a ATTRACT: devi farti trovare, avere un sito web non è certo sufficiente. Compra significa CONVERT: devi persuaderlo a comprare te e soprattutto a comprare sui tuoi canali. Condivide significa SHARE: non puoi chiuder la bocca ai tuoi clienti e quindi non fare come le 3 scimmiette, non tapparti gli occhi, le orecchie e la bocca, ma impara ad usarle nel modo giusto!

Alberto Ravenna, Hotel Personal Trainer: Si sono convinto di si. Nonostante il costo iniziale dell’investimento da parte dell’albergatore possa apparire maggiore di quello sostenuto per la distribuzione mediata, nel medio e lungo termine il premio arriva! Se da sempre il passaparola è stato lo strumento principe per lo sviluppo del business, oggi è diventato un volano irrinunciabile grazie alla rete. La grande sfida è farlo capire agli albergatori che ancora si chiedono “MA COSA FA TUTTO IL GIORNO UN SOCIAL MEDIA MANAGER” , come del resto ancora accade per il reservation manager o il revenue manager. Ma quando il gioco si fa duro…
Se mi posso permettere, io in ambito CONVERT, sottolineerei anche l’importanza della freschezza del messaggio che assuma dei caratteri maggiormente “friendly”, per abbattere la tradizione delle solite, poco accattivanti frasi “CHE NON VENDONO E NON ATTRAGGONO” in numerosissimi siti degli hotel, in tutte le sezioni, ivi comprese le offerte che parlano solo di prezzo!

Emmanuel Noguera, Country Manager Italy @ Pricematch: Penso che siano proprio le 3 problematiche sulle quali bisogna concentrarsi :
Attract : Dovete considerare che il vostro sito web è come un negozio, bisogna usare tutti i canali di visibilità diretta che possano portare il cliente nel vostro “negozio”.
Convert : Attrarre il cliente ha un costo, sarebbe peccato perderlo una volta che è arrivato sul vostro sito. Per convertirlo ci deve essere una coerenza tra la ricerca e la soluzione offerta. Pensare l’architettura del sito con l’user-experience del cliente è fondamentale.
Share : Questo punto è diventato molto più importante in internet. Riuscite ad immaginare l’impatto in termini di revenue che può avere la soddisfazione di un cliente che avete ospitato? Internet permette di comunicare in tempo reale e in grandi volumi. Si deve sfruttare questo aspetto e fare in modo che il cliente condivida la sua esperienza fatta nel vostro albergo attraverso il suo network.

Diego Orzalesi, HootSuite Ambassador: Indubbiamente, A,C,S in realtà è un flusso circolare: un prodotto, il turismo non è l’eccezione, risulta tanto più vendibile quanto migliore è la percezione da parte del mercato: risulta quindi fondamentale adottare metodologie che aiutino l’amplificazione positiva del brand dell’hotel: questa amplificazione aumenterà la capacità di attrarre, chiudendo il cerchio e innescando in potenza cicli positivi. Quando si parla di Share invito sempre
a non focalizzarsi soltanto sulla condivisione dell’esperienza del proprio cliente ma a considerare (forse primariamente) strategie di amplificazione di più ampio respiro, tese a massimizzare il brand territoriale sui vari segmenti di mercato che possano risultare di interesse.

2) Hotels People, con i suoi eventi live & webinar, può essere uno strumento valido per far conoscere agli Albergatori le numerose opportunità che offre il mercato online e come?

Marco Baldan: E’ una iniziativa pregevole perché offre al mercato l’opportunità di confrontarsi con i maggiori esperti del settore che parteciperanno ben lieti di condividere le loro conoscenze e scambiare le proprie opinioni in modo aperto e costruttivo.

Emanuele Nardin: Organizzare eventi itineranti e via web rende queste tecniche ed esperienze più fruibili per gli albergatori e più consapevoli di cosa devono fare oggi (e nel futuro) per avere un posizionamento forte nel mercato.

Alberto Ravenna: Io credo che possa essere un’ulteriore interessante iniziativa utile alla comprensione di un universo, quello del webmarketing, del quale tutti ormai hanno recepito l’esistenza ma non la reale potenzialità, soprattutto in ambito alberghiero. Mediante la condivisione delle dinamiche che lo governano e la testimonianza di professionisti del settore, la diffusione del vaccino anti-obsolescenza , potrebbe curare molti soggetti ancora afflitti da questo morbo.

Emmanuel Noguera: Penso che sia un ottimo strumento di comunicazione. È molto utile anche usare internet per gli eventi (Webinar) per condividere know how. Inoltre gli ospiti relatori sono tutti esperti nel loro campo, ciò aiuterà gli albergatori in modo rapido e facile ad aggiornarsi sulle differenti problematiche con cui sono messi a confronto ogni giorno.

Diego Orzalesi: Può rappresentare sicuramente un momento di crescita grazie al confronto con altri operatori o fornitori di servizi del settore. Il confronto serve per validare le proprie conoscenze, metterle in dubbio, acquisirne di nuove o anche solo per dire “bene, sono allineato”. Può sembrare banale ma a volta un input nuovo può cambiare radicalmente una strategia di presenza sul mercato.

3) Vista la tua esperienza in ambito alberghiero, che suggerimento ti sentiresti di dare agli Albergatori che ci seguiranno?

Marco Baldan: Chi la dura la vince! Perché, mai come ora, si può disintermediare efficacemente!

Emanuele Nardin: Che se è vero che al centro delle loro attenzioni deve esserci sempre il CLIENTE (o meglio l’OSPITE), è anche vero che i loro ospiti sono sempre più online e perciò non è più pensabile gestire la propria struttura senza un piano di web marketing, strettamente collegato all’applicazione delle giuste tecniche di Pricing, di Revenue Management e all’uso di strumenti di analisi e di vendita performanti.

Alberto Ravenna: Non so se sia previsto dal format, ma a questa domanda risponderei suggerendo uno slogan in tema con l’obiettivo 2: CONVERT che recita:
caro albergatore, se da sempre stai cercando un alchimista che trasformi il piombo in oro, non siamo in grado di aiutarti. Viceversa, se desideri avere semplici, molteplici ed efficaci
suggerimenti che ti aiutino a comprendere a cavalcare al meglio l’onda del web, allora connettiti, Hotels People c’è.

Emmanuel Noguera: Ci sono due aspetti che sono spesso trascurati:
#1 analisi dei dati. È molto importante studiare lo storico delle prenotazioni e il Pickup su lungo raggio. Permette di identificare i periodi dove la domanda è alta e di applicare una tariffa adeguata.
#2 essere visibili online. Con la moltiplicazione dei canali di distribuzione si perde facilmente il controllo sulle informazioni condivise con i clienti. Assicuratevi che tutto è molto chiaro, il numero di canali presenti rende la ricerca di informazioni e di prenotazioni confusa anche per il cliente.

Diego Orzalesi: Siate curiosi e formatevi continuamente: avere chiara coscienza delle peculiarità e potenzialità dei vari strumenti vi aiuterà a fare le scelte corrette. Strutturate la comunicazione con l’utilizzo di un semplice piano redazionale che segua il timing del piano vendite della struttura ricettiva, ascoltate il mercato di riferimento per innovare il prodotto e, più facile a dirsi che non a farsi, cercate di fare sistema per far crescere il brand di destinazione legato a determinati prodotti turistici settoriali.

Questo è l’anticipo di una serie di interviste che vedranno come protagonisti i principali esperti in ambito Hotel Internet Marketing, Revenue Management, Social Media Marketing, Online Travel Distribution…e tutto ciò che ruota intorno al mondo dell’ospitalità.

A presto,
Enzo Aita
♛ Hotel Internet Marketing Expert