“No, ai portali che non dichiarano efficacemente la loro natura”: analisi del diciannovesimo punto del Manifesto Hotrec

Punto-hotrec-19

08 Mag “No, ai portali che non dichiarano efficacemente la loro natura”: analisi del diciannovesimo punto del Manifesto Hotrec

Siamo arrivati alla fine della nostra analisi del Manifesto Hotrec, una guida obbligatoria per tutti quegli albergatori che cercano di aumentare le proprie vendite dirette, diminuendo la loro dipendenza dai grandi intermediari turistici noti come OTA (Online Travel Agency).

In questo articolo analizzeremo l’ultimo punto di questo manifesto:

19 – “NO, ai portali che non dichiarano efficacemente la loro natura“.

Ogni portale di prenotazione hotel dovrebbe indicare in maniera chiara e inequivocabile se è un sito di recensioni, un tour operator, un portale di prenotazione/intermediazione oppure un metamotore turistico.

 Trasparenza: il primo passo per iniziare

Di solito, quando si costruisce un sito internet dedicato ai consumatori, bisogna rispettare certe regole, dando precise informazioni prima, dopo e durante il processo di acquisto.

I criteri generali da rispettare di base sono:

1) Trasparenza

2) Accessibilità

3) Fruibilità

4) Correttezza

Questi sono i criteri ideali con cui bisognerebbe costruire un sito a regola d’arte, anche se nella maggior parte delle volte vengono dimenticati.

È storia recente un’indagine della commissione europea sui siti di prenotazione per voli aerei e hotel, la quale ha riscontrato che il 62% di questi siti violava le norme europee a garanzia dei diritti dei consumatori. Il campione analizzato è stato di 525 siti specializzati; solo 173 casi sono stati corretti, mentre 209 sono ancora sotto procedura d’infrazione e 6 sono stati chiusi.

Le infrazioni più diffuse sono la mancanza di informazioni base del “portale” come per esempio gli estremi di contatto, le mancate istruzioni per fare reclamo, i costi supplementari (bagagli o assicurazione) e, infine, il prezzo finale non  in prima vista.

 tabella-infrazioni-europa-

 Le infrazioni più diffuse

Le informazioni da fornire ai clienti in un’attività commerciale in internet sono regolamentate molto rigidamente: la legge dispone come obbligatorie determinate informazioni riguardanti il contratto di vendita, indicando in maniera chiara e inequivocabile i passaggi che portano alla conclusione del contratto di vendita, come viene archiviato, il codice di condotta utilizzato, gli eventuali strumenti per modificare i dati inseriti ecc… Per un maggiore approfondimento dell’argomento si può consultare il  decreto legislativo 70/2003, che riprende la direttiva europea 2000/31/CE.

Professionalità prima di tutto

In poche parole, per avere un sito efficace bisogna coinvolgere l’utente tramite un’intuitiva disposizione grafica dei contenuti, in modo da aiutare l’utente e condurlo a concludere la prenotazione. Oltre ad essere delle disposizioni per aumentare le potenzialità commerciali del sito, queste norme sono anche tutelate dalla normativa europea.

Per evitare brutte sorprese oppure solo per avere una distribuzione efficace, ecco qualche consiglio:

1) Utilizzate il buon senso nella scelta dei vostri partner! Affidatevi a partner distributivi affidabili e conosciuti. Prima di firmare qualsiasi contratto con loro, indagate, chiedete informazioni e guardate il loro sito internet.

2) Costruite una solida base di vendite dirette dotandovi di un booking engine sul vostro Sito Ufficiale.

3) Sfruttate il fenomeno dei metamotori: siate presenti dove il viaggiatore cerca informazioni!

Voi in che modo scegliete i vostri partner distributivi? 

Cos’è il Web Audit?
Una valutazione di diverse aree di interesse in grado di indicare le performance, i punti forti o i possibili miglioramenti da apportare alla tua strategia di Web Marketing e di distribuzione online.

Il “Web Audit” verrà offerto solo ai primi 10 che lo richiederanno

CONTATTACI

 

Tags: