Le migliori isole in Italia – 2015

migliori-isole-italiane

25 Ago Le migliori isole in Italia – 2015

All’interno della nostra penisola esistono degli ecosistemi eccezionali che aspettano solo di essere visitati.

Se sei alla ricerca di una meta favolosa per le tue prossime vacanze, scopri quali sono le più belle isole del nostro bel paese secondo TripAdvisor.

Ecco le migliori dieci:

1) Isola di Capri, provincia di Napoli

faraglioni capri
Fonte: Wikipedia

Capri è un’isola nel golfo di Napoli, situata di fronte alla penisola sorrentina.

Presenta una costa frastagliata con numerose grotte e cale che si intervallano a ripide scogliere. Le grotte, nascoste sotto le scogliere, furono utilizzate durante l’impero romano come ninfei (luoghi sacri dedicati alle ninfe dotati di vasche e piante acquatiche presso i quali era possibile sostare, imbandire banchetti).
La più famosa è la Grotta Azzurra che ha affascinato molti scrittori e poeti.

Celebri di Capri sono i Faraglioni: tre piccoli isolotti rocciosi a poca distanza della riva che creano un effetto scenico indescrivibile. Inoltre, l’isola custodisce numerose specie animali vegetali, alcune endemiche e rarissime, come la lucertola azzurra. La vegetazione è principalmente mediterranea con la presenza di agavi, fichi d’India e ginestre.

2) Isola di Ischia, provincia di Napoli

Ischia_da_procidaFonte: Wikipedia

Ischia è un’isola appartenete all’arcipelago delle Isole Flegree, posta all’estremità del golfo settentrionale di Napoli, a poca distanza dall’isola di Procida e Vivara.
È la più ampia e, secondo molti, la più bella delle isole del golfo di Napoli.
La particolare formazione a cono dell’isola e la posizione centrale nel Mar Tirreno favoriscono un clima mite.
L’isola è celebre per le terme curative, molto apprezzate anche dall’attuale cancelliera tedesca Angela Merkel. La diffusione di strutture termali all’interno dell’isola fu reso possibile dagli Antichi Romani che utilizzarono in maniera proficua le numerose sorgenti presenti. A quell’epoca, venivano utilizzate per ritemprare corpo e spirito e come rimedio per la guarigione delle ferite di guerra.
I principali luoghi d’interesse sono:
– Spiaggia di San Pietro ad Ischia Porto
– Chiesa del Soccorso vista dai giardini “La Mortella”
– Museo archeologico di Lacco Ameno ospitato nella villa “Arbusto” con la importantissima “Coppa di Nestore”
– Museo giardino di Lady Walton
– Castello Aragonese
– Torre di Guevara
– Giardini Ravino, parco botanico tropicale-mediterraneo a Forio

3) Lampedusa, Sicilia

Lampedusa
Fonte: Wikipedia

Al terzo posto abbiamo un’isola che è salita recentemente agli onori della cronaca per il caso migranti. Ma quest’isola è qualcosa di più di un semplice approdo: è un luogo spettacolare, piena di posti magici da scoprire.
Stiamo parlando di Lampedusa, l’isola italiana situata più a meridione, a metà tra Malta e Tunisia, che fa parte dell’arcipelago delle isole Pelagie in Sicilia.
L’isola è molto amata dai turisti per le sue spiagge di sabbia bianca, per lo splendido mare azzurro e per i fondali incontaminati, perfetti per gli amanti delle immersioni.

Presenta un clima prevalentemente mediterraneo con estati calde e il continuo spirare dei venti, a causa della bassa elevazione dell’isola sul livello del mare, rende molto sopportabile il caldo estivo.
La flora e la fauna sono simili a quelle nord-africane e si possono trovare all’interno dell’isola tre tipologie di ambienti differenti: la steppa nelle zone pianeggianti, prateria nei valloni più distanti dall’abitato, gariga (tipiche formazioni cespugliose discontinue che si estendono su suolo involuto) in alcuni valloni e cale del versante nord.
Le principali zone d’interesse, procedendo verso ovest, sono:
– La spiaggia Guitgia
– Cala croce e Cala Madonna, due spiagge straordinarie
– Cala Greca e Cala Galera, spiagge particolarmente profonde
– Isola dei conigli
– Cala Pulcino
– Il vallone dell’acqua

4) Ustica, Sicilia

Ustica-costaFonte: Wikipedia

L’isola di Ustica si trova nel Mar Tirreno a circa 67 km a nord-ovest di Palermo e si distingue dalle altre isole per la presenza di numerose grotte che si aprono lungo le coste alte e scoscese, così come numerosi scogli e secche presenti tutt’intorno all’isola. Le principali sono la grotta Verde, grotta Azzurra, grotta della Pastizza, grotta dell’Oro, grotta delle Colonne e gli scogli del Medico e della Colombara.
È presente un’area marina protetta, l’Area marina protetta Isola di Ustica, che fu la prima riserva marina protetta italiana istituita nel 1986.
La flora e la fauna marina di Ustica assomigliano per alcuni versi a quella tropicale: per questo motivo è meta ambita per gli appassionati di immersioni. Sono presenti coralli, rose di mare, aragoste, cernie, dentici ecc.
I principali monumenti e luoghi d’interesse sono:
Il Villaggio della Rocca Falconiera: resti di un fortino avanzato del ‘700.
Acquario dello Spalmatore: situato all’interno della riserva marina, raccoglie una discreta collezione di specie acquatiche del mediterraneo.
Chiesa Ferdinando Re: chiesa in pieno centro abitato, domina la piazza di Ustica.
Villaggio di Tramontana: a poca distanza dal centro abitato, villaggio preistorico dell’età del bronzo situato nell’omonima località.

5) Favignana, Isole Egadi, Sicilia

Favignana

Fonte: Wikipedia

Favignana è un’isola appartenente all’arcipelago delle isole Egadi, in Sicilia.
Si trova a circa 7 km dalla costa occidentale della Sicilia, tra Trapani e Marsala.
È ricoperta prevalentemente da macchia mediterranea costituita da arbusti cespugliosi e da boschi di pini mediterranei.
È famosa per le sue stupende spiagge:
– Lido Burrone (spiaggia sabbiosa)
– Cala Azzurra (piccola spiaggia con scogli)
– Cala Rossa (scogliera)
– Bue Marino (scogliera)
– Cala Grande
– Cala Rotonda
– Grotta Perciata (scogliera)
– Calamoni (scogliera e piccole spiagge)
– Scivolo (scogliera)
– La Plaia
– Punta longa
– Preveto (ciottoli)
– Marasolo (piccola spiaggia con scogli)

6) Lipari, Sicilia

Lipari

Fonte: Wikipedia

Lipari fa parte dell’arcipelago delle isole Eolie, in Sicilia.
Sebbene le spiagge rocciose di Salina siano di origine vulcanica, oggi l’isola è molto tranquilla. Si possono trovare nell’entroterra coltivazioni di ulivi, cespugli di capperi e rigogliosi alberi carichi di fichi e agrumi.
Nel paese principale, che porta il nome stesso dell’isola, la via più importante è Corso Vittorio Emanuele, ma quella più caratteristica è Via Garibaldi, piena di vicoli suggestivi. Essa congiunge il Castello di Lipari con la Piazza Ugo di Sant’Onofrio, una piazza a forma irregolare ricca di bar e ristoranti.
All’interno del castello si può trovare il Museo Archeologico Regionale Eoliano che espone, nelle sue cinquanta sale, svariati artefatti antichi degli abitanti delle isole Eolie (corredi funerari, vasi, cippi, steli tombali e ceramiche varie).
Inoltre, l’isola è famosa per le prelibatezze enogastronomiche: i dolci ripieni come la Nacatole e Spicchitedda e il famoso vino da dessert Malvasia.

7) La Maddalena, Sardegna

La Maddalena

Fonte: Wikipedia

La Maddalena è un comune italiano della provincia di Olbia-Tempio, costituito dall’arcipelago di sette isole principali (La Maddalena, Caprera, Santo Stefano, Spargi, Budelli, Santa Maria e Razzoli) e altri isolotti minori.

L’intero arcipelago è situato all’interno di un’area protetta marina e terrestre di interesse nazionale e comunitario.

Rinomata località turistica ha nel suo territorio molte spiagge, come la celebre spiaggia di arenile rosa situata a nord-ovest dell’Arcipelago nell’isola di Budelli, celebre per il film il “Deserto rosso” di Michelangelo Antonioni.

L’arcipelago è noto anche per essere stato l’ultima dimora di Giuseppe Garibaldi, che costruì a Caprera la famosa “Casa bianca”, oggi casa Museo aperto al pubblico.
Il turismo balneare e naturalistico sono l’attività principale dell’isola: la Maddalena è rinomata in tutto il mondo per le sue spiagge limpide e trasparenti simili a quelle caraibiche. Le più importanti sono:
– Bassa Trinita
– Spalmatore
– Monti d’a Rena (che prende il nome dalla montagna di sabbia sul lato destro)
– Carlotto (Cala Francese)
– Cala Lunga
– Punta Tegge (con la sua ampia scogliera)
– Abbatoggia (le spiagge del Morto, dello Strangolato e altre piccole insenature)

8) Isola d’Elba, Provincia di Livorno

Elba

Fonte: Wikipedia

Celeberrima isola dove fu esiliato Napoleone, l’Isola d’Elba è la più vasta isola della Toscana ed è la terza più grande d’Italia (223 km²). È facilmente raggiungibile tramite traghetti dalla terraferma.

Il clima dell’isola presenta prevalentemente caratteristiche mediterranee, fatta eccezione per il Monte Capanne dove gli inverni tendono ad essere moderatamente freddi. La formazione vegetale più diffusa è costituita dalla macchia mediterranea.

Il terreno dell’isola è molto vario ed è diviso in più parti a seconda della sua conformazione: una parte montuosa a ovest, un tratto prevalentemente pianeggiante al centro, mentre ad est un tratto collinare.
La grande varietà di paesaggi permette di soddisfare i turisti più esigenti:
– Turismo montano: Il Monte Capanne offre la possibilità di numerose passeggiate e si può raggiungere la sua sommità, la più alta dell’isola, con una cabinovia che parte da Marciana. Alcuni centri sono specializzati in escursioni trekking lungo i bellissimi sentieri che si snodano dentro e fuori il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.
– Cicloturismo: Un’incredibile rete di percorsi per stradisti in cerca di tracciati tecnici per allenarsi, bikers che si divertono su sentieri e strade sterrate, cicloturisti, famiglie con bambini che hanno bisogno di percorsi accessibili da esplorare rilassatamente e in sicurezza. Per esempio, il Capoliveri Bike Park, con oltre 100 km di strade e sentieri pedalabili, è un must per tutti bikers.
– Turismo subacqueo: Ampia scelta per le immersioni subacquee, spaziando da immersioni accessibili ai principianti a quelle più impegnative. Per esempio, il Relitto di Pomonte, vicino allo Scoglio dell’Ògliera, posato ad una profondità di soli 10 metri sul fondale sabbioso è adatto ai neofiti della disciplina.
– Turismo balneare: L’isola offre un clima caldo e ventilato e una grande varietà di spiagge nei suoi 147 km di costa. Per esempio, puoi trovare spiagge di sabbia bianca granitica e scogli levigati nella parte occidentale come quelle di Marina di Campo, Cavoli, Fetovaia, Seccheto e Sant’Andrea; di sabbia dorata nella parte centrale sia a sud che a nord-ovest come Procchio, Biodola, Lacona e Lido di Capoliveri; spiagge di ghiaia bianchissima nella parte di costa a ovest di Portoferraio che conferiscono al mare un’eccezionale trasparenza come Le Ghiaie, Capo Bianco, Sansone; e infine spiagge caratterizzate da polvere e minerale di ferro nella costa orientale come Terranera e Topinetti.

9) Isola di Ponza, Provincia di Latina

Ponza

Fonte: Wikipedia

Ponza è un’isola appartenente all’arcipelago delle isole Ponziane nel Mar Tirreno, vicino alla costa del Lazio.
L’isola è completamente collinare e presenta una costa molto frastagliata con diverse spiagge e calette.
Le principali zone d’interesse sono:
Palazzo Tagliamonte: Uno degli edifici più antichi di Ponza, fu edificato nel 1750.
Tunnel per Chiaia di Luna: di età augustea, è interamente scavato nel tufo. Collega Ponza Porto alla spiaggia di Chiaia di Luna.
Diverse ville romane situate presso il promontorio di Punta della Madona, in località Sant’Antonio e a Santa Marta. Principalmente di età imperiale, si possono visitare alcuni pavimenti in mosaico e alcuni muri dipinti.
Cisterne romane ed acquedotto romano: tali cisterne potevano contenere circa 10.000 m³ ed erano situate a Punta della Madonna, a Dragona e nelle grotte di Pilato e del Serpente. L’acquedotto, che si sviluppa nella sezione nord dell’isola, serviva il porto e le ville marittime. Attualmente ne rimangono solo alcuni resti.
Necropoli romane: le due principali sono I Guarini e Bagno Vecchio, ed entrambe sono composte di tombe ipogee, atte a inumazione ed incinerazione.
Mitreo: tempio dedicato al culto di Mithra è situato nel centro storico dell’abitato di Ponza, sotto un edificio moderno. È caratterizzato da una nicchia con podio e di una volta con pannello con i segni zodiacali, risalenti al III sec.

Le principali spiagge dell’isola:
Spiaggia Chiaia di Luna: Piccola spiaggia molto popolare che è esposta ad occidente ed è protetta dai venti da una parete di roccia bianca molto elevata. La baia è accessibile solo via mare o tramite un tunnel di epoca romana.
Spiaggia di Frontone: È attualmente l’unica facilmente raggiungibile dal porto grazie a un collegamento garantito da noleggiatori presso la Banchina Nuova.
Spiaggia di Lucia Rosa
Spiaggia di Cala Feola
Cala Fonte: È una suggestiva insenatura naturale, dove l’acqua è particolarmente pulita e si possono ammirare i pescatori che si attrezzano nello stile tradizionale.
Spiaggia delle Felci: È una delle più rinomate di tutto l’arcipelago Pontino, dove l’acqua è cristallina ed i pesci non sono spaventati dalle barche. Raggiungibile via mare prendendo un taxi barca da Cala Fonte.
Grotte di Pilato: È un complesso di caverne di epoca romana, scavate a livello del mare.

10) Isola Vulcano, Isole Eolie, Isole della Sicilia

Isola_vulcano

Fonte: Wikipedia

Vulcano è un’isola italiana appartenente all’arcipelago delle Isole Eolie, in Sicilia.
Secondo gli antichi greci, il dio Efesto utilizzava l’isola come una sorta di bottega personale.
L’isola deve in effetti la sua esistenza alla fusione di alcuni vulcani di cui il più grande è il Vulcano della Fossa; sebbene l’ultima eruzione sia avvenuta alla fine del 1800, il vulcano non ha mai cessato di dare prova della propria vitalità: fumarole, getti di vapore sia sulla cresta che sottomarini e la presenza di fanghi sulfurei dalle apprezzate proprietà terapeutiche.
I crateri di questi vulcani sono mete turistiche particolarmente apprezzate e il kayak risulta il mezzo migliore per godere della bellezza e delle coste di Vulcano.

CTA-ATTRACT-CONVERT-SHARE-V5.jpg