“No, alla pubblicazione delle offerte su canali non concordati preventivamente con gli albergatori”: analisi del dodicesimo punto del Manifesto Hotrec

hotrec

04 Mar “No, alla pubblicazione delle offerte su canali non concordati preventivamente con gli albergatori”: analisi del dodicesimo punto del Manifesto Hotrec

Vi è mai capitato di trovare le offerte della vostra struttura su siti che non avete mai visto né sentito? Portali come www.olotes.com e affini?

Se sì, significa che siete stati poco accorti nella stesura del contratto con i vostri partner distributivi!

Esiste un modo per prevenire tali comportamenti e soprattutto per trovare un modo efficace per risolverli: informarsi e fare massa per difendere il vostro business. Per questo settimanalmente analizziamo su questo blog i punti del Manifesto Hotrec, una guida preaiosa per gli albergatori che vogliono limitare la propria dipendenza dagli intermediari turistici.

Oggi analizzeremo il dodicesimo punto del Manifesto Hotrec che dice testualmente:

12.”No, alla pubblicazione delle offerte su canali non concordati preventivamente con gli albergatori”.

I canali di distribuzione vanno pattutiti subito dopo l’accordo e l’albergatore deve essere messo al corrente degli eventuali siti affiliati dell’intermediario sui quali andranno pubblicate le offerte dell’ hotel. Tutte queste informazioni devono essere stabilite in anticipo oppure l’albergatore deve avere il diritto di fare degli aggiustamenti in corso d’opera.

Come la scelta dei partner distributivi può impattare sulla strategia della struttura?

Dato che la strategia di distribuzione di un hotel è un aspetto fondamentale dello sviluppo del piano di marketing, l’albergatore deve sapere se i propri piani sono compatibili con quelli dei loro intermediari per accettare o meno la strategia di distribuzione dei loro partner .

Per esempio, se un hotel punta sulla clientela business e si ritrova ad essere distribuito su canali che hanno come target principale le famiglie con bambini, il risultato potrebbe essere l’insoddisfazione della famiglia che pernotta in hotel, l’insoddisfazione della clientela business e la brand reputation della struttura che viene compromessa.

La scelta dei propri partner distributivi risulta determinante per la il successo della vostra struttura.

Errori più comuni nella scelta degli intermediari

Definizione della strategia a breve termine, senza preoccuparsi di come fare revenue a lungo terminie. E’ comune affidarsi all’intermediario noto solo perché si considera il profitto del breve termine senza pensare alle ricadute che quest’alleanza può avere nel lungo periodo. Bisogna avere visione strategica nella scelta dei propri partner distributivi , obiettivi quantificabili, determinati e raggiungibili entro un certo tempo limite.

Non si capisce l’importanza del canale diretto nella strategia di distribuzione. La Disintermediazione non è una strada necessaria, ma indispensabile per la sopravvivenza della propria struttura turistica. Affacciarsi direttamente ai viaggiatori, oltre a far risparmiare denaro nel lungo periodo, riuscirà a farvi aumentare la brand awareness (la notorietà del brand), fidelizzando i clienti.

Il viaggiatore si fidelizza al sito del distributore. Dal momento che vi proponete ai viaggiatori sempre tramite un intermediario, i clienti si fidelizzeranno al canale dove viene pubblicata l’offerta, facendovi diventare dei semplici “fornitori del servizio”.

Albergatori dovete presentarvi direttamente con strumenti adatti e flessibili, in base alle vostre esigenze: la scelta di un booking engine  affidabile sarà il primo passo verso la remunerativa strada della Disintermediazione. Successivamente si potrà optare per una campagna multicanale sui metamotori più utilizzati dai viaggiatori per aumentare la visibilità della vostra struttura.

Voi cosa aspettate? Volete essere protagonisti o spettatori nella gestione della vostra struttura?

Altri consigli su come scegliere il partner adatto alla vostra struttura e impostare una strategia di hotel web marketing efficace?

CONTATTACI

Per chi volesse leggere anche gli altri interessanti punti del Manifesto Hotrec, potete andare qui.