“No, a siglare accordi che prevedono la gestione in tempi troppo brevi delle cancellazioni”: analisi del nono punto del Manifesto Hotrec

710x450

04 Feb “No, a siglare accordi che prevedono la gestione in tempi troppo brevi delle cancellazioni”: analisi del nono punto del Manifesto Hotrec

Il Manifesto Hotrec è una guida indispensabile per gli albergatori che vogliono diminuire la loro dipendenza dai grandi intermediari turistici. Noi di Nozio abbiamo sempre sostenuto che il turismo, per essere economicamente e socialmente sostenibile, deve essere senza inutili commissioni da parte dei grandi intermediari che privano gli albergatori delle risorse necessarie per sviluppare le proprie attività. Solo in quest’ottica diretta si possono impostare strategie web marketing adattate per le strutture alberghiere.

Continuiamo l’analisi del nono punto che dice testualmente:

9. “No, a siglare accordi che prevedono la gestione in tempi troppo brevi delle cancellazioni”; albergatori, quando siglate un accordo con un rivenditore fatevi aumentare i giorni utili per la comunicazione di una cancellazione o modifica della prenotazione.

Che impatto possono avere le cancellazioni nella mia attività?

La gestione delle cancellazioni in una struttura alberghiera è sempre una questione delicata.

Se una volta la gestione delle cancellazioni aveva dei tempi di gestione più lunghi per gli albergatori, oggi, con internet, le cose si sono movimentate: è possibile prenotare una camera d’albergo con molto anticipo ad una tariffa conveniente, tenerla attiva fino a pochi giorni prima del check-in e disdirla a favore dell’offerta last minute trovata all’ultimo momento, senza incorrere in alcuna penale.

Gli intermediari turistici (OTA, Tour Operator, ecc…), oltre a chiedere gravose commissioni, chiedono tempi di cancellazione delle prenotazioni vantaggiosi in modo che i consumatori prediligano il loro sito rispetto al vostro Sito Ufficiale.

A volte capita che a pochi giorni dal periodo di pernottamento o addirittura  24 ore prima venga cancellata la prenotazione, lasciandovi poco tempo per rivendere la camera. La scelta si riduce a decidere se non vendere la camera o venderla ad una tariffa molto scontata per cercare di coprire almeno i costi fissi.

Come gestire le cancellazioni nella mia struttura?

Il rapporto tra hotel e OTA dipende sempre dalla forza contrattuale delle singole controparti: se un hotel dipende interamente dalle prenotazioni di un grande intermediario, quest’ultimo potrà fare il bello e il cattivo tempo sulla vostra struttura,  richiedendo le condizioni più favorevoli affinché l’offerta presente sul suo portale risulti più vantaggiosa rispetto a quella presente sul vostro Sito Ufficiale

La cosa migliore in questi casi è di sistemare la lista delle prenotazioni in base ai no show e alle cancellazioni provenienti dall’intermediario prima di determinare le commissioni da versargli.

Diventa essenziale domandare più tempo per la gestione delle cancellazioni dal momento che rivendere la camera sotto data è difficile.

Albergatori, per evitare i danni è opportuno adottare una cancellation policy: un’insieme di regole che il consumatore accetta all’atto della prenotazione.

Queste modalità di cancellazione possono essere più di una e possono essere legate a diversi piani tariffari in base alla strategia adottata dal booking manager.

cancellazione

L’adozione di un booking engine  sul vostro Sito Ufficiale che permetta la creazione di diverse tariffe con cancellation policy diverse tra di loro, rappresenta un vantaggio competitivo non indifferente rispetto i vostri competitor. In questo modo avrete un flusso di prenotazioni dirette con tempi di cancellazione più vantaggiosi per voi e adatti alle vostre esigenze. Solo in questo modo potrete impostare un strategia di web marketing efficace per il vostro hotel.

Voi cosa ne pensate? come gestite le prenotazioni?

 

 

Vuoi scoprire degli strumenti che ti permettano di gestire le prenotazioni in maniera elastica?

CONTATTACI