OTA e prezzi impazziti: gli sconti che danneggiano gli Hotel

19 Giu OTA e prezzi impazziti: gli sconti che danneggiano gli Hotel

La distribuzione degli hotel online è da sempre un tema complesso e soggetto a pratiche borderline da parte dei maggiori player di questo settore.

Lo scenario distributivo attuale è purtroppo assimilabile ad un vero campo di battaglia, dove OTA, Grossisti ed altri intermediari, stanno conducendo una guerra tariffaria senza precedenti.
L’effetto sul business degli hotel che decidono di restare passivi è un forte incremento dei costi distributivi ed una progressiva perdita di solidità della strategia distributiva.

 

Prezzi e sconti fuori controllo: da cosa derivano?

 

Dopo la proliferazione dei grossisti e la progressiva distribuzione di tariffe a loro dedicate sulle principali OTA, stiamo assistendo al proliferare di scontistiche applicate dalle OTA senza il diretto coinvolgimento degli hotel.

Si tratta principalmente di scontistiche applicate dalle OTA sul proprio margine, ma non per questo meno impattanti sul business degli albergatori. Queste scontistiche sono infatti l’ennesimo contributo al caos tariffario che appare ogni giorno agli occhi dei viaggiatori, rendendo l’acquisto di un viaggio online un’operazione sempre meno trasparente.

Di seguito elenchiamo le più comuni scontistiche alla base di questo problema:

  • Booking.basic / Smart Price
  • Scontistiche su tariffe prepagate VirtualCard
  • Sconto Mobile
  • Agoda coupon

 

Le modalità, e soprattutto il timing, con cui queste promozioni vengono attivate sono spesso sconosciute all’albergatore, ma ciò che appare oggi chiaro è che la loro presenza è più frequente quando l’hotel, perseguendo il proprio giusto interesse, si promuove con un’elevata disparità di prezzo.

 

Come difendere il proprio business da questo pericolo?

 

Difendere il proprio hotel da queste insidie è possibile e doveroso. Nozio consiglia agli albergatori di mettere in pratica con regolarità le seguenti azioni:

  • Manenere alta l’attenzione sulle tariffe online: una regolare attività di price check richiede impegno, ma è indispensabile per individuare eventuali azioni aggressive in tempo utile
  • Agire in modo diretto e tempestivo verso le OTA, per chiedere l’eliminazione di scontistiche non concordate con l’hotel
  • Esplorare il pannello amministrativo di ogni OTA: al suo interno possono trovarsi delle opzioni per il controllo delle offerte attive, che in alcuni casi possono essere disattivate in autonomia.
  • Effettuare un monitoraggio differenziato tra desktop e mobile: alcuni sconti sono disponibili solo se l’utente è connesso tramite un dispositivo specifico, e rischiano di passare inosservati se il controllo non è approfondito.
  • Effettuare un monitoraggio delle tariffe geolocalizzate: alcuni sconti sono visibili solo se l’utente si connette da un determinato paese, e rischiano di passare inosservati se non si dispone degli sturmenti corretti per questa verifica.

 

In uno scenario così incerto ed insidioso è importante per gli hotel investire con convinzione nello sviluppo di un canale di vendita diretto: questa scelta è l’unica in grado di premiare l’imprenditore con una maggiore redditività e solidità del proprio business.

 

Il tuo Hotel ha una quota di vendita diretta soddisfacente? Scopri come possiamo aiutarti ad aumentarla e ed ottenere una migliore marginalità. Chiedi una consulenza e scopri i servizi Nozio Premium >